POLICAR.INFO: il sito ufficiale del collezionista slot Policar e Polistil.

Chaparral 2F

La Chaparral 2F aveva una grande ala che poggiava sulle sospensioni posteriori e una presa d’aria anteriore faceva in modo che la pressione impedisse alle sospensioni di comprimersi alle alte velocità; i radiatori erano spostati sui fianchi come nella 2E. Un motore V8 di 7 litri in alluminio con potenza di 525 cv, costruito dalla Chevrolet rimpiazzava il vecchio 5.3 litri della 2D. Si dimostrò sempre temibile e veloce, anche se la maggiore potenza offerta dal grande propulsore spesso sembrava troppa per la trasmissione automatica che non era stata variata e quindi le rotture erano frequenti. Inoltre, offrendo poco freno motore a causa del cambio automatico a tre velocità con convertitore di coppia, frequentemente presentava problemi ai freni a disco che si surriscaldavano causa l'uso più intenso rispetto alle altre auto a cambio meccanico. Quando i problemi alla trasmissione vennero risolti la 2F andò a conquistare la sua unica vittoria nel luglio del 1967 nel campionato alla BOAC 500 a Brands Hatch, guidata da Phil Hill e Mike Spence. Dopo questa gara la FIA cambiò ancora le regole con una limitazione alla cilindrata che impedì la partecipazione non solo alla 2F, ma anche alla Ford GT40 vincitrice di Le Mans e alla Ferrari 330 P4 vincitrice di Daytona (nella versione 330 P3/4) e di Monza e seconda a Le Mans e Brands Hatch, con conseguente conquista del titolo Costruttori.

Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F
Chaparral 2F

tCAD progetta le tue piste!

tCAD progetta le tue piste!, tCAD: progetta i tuoi circuiti slot!
Il programma semplice ed efficace per progettare tutte le piste Polistil, Policar,Ninco, Carrera e altri...



Bona: slot moderno, slot da collezione e modellismo.